Raffaello 1520-1483

 23/07/2020, Racconto fotografico della mostra di Raffaello Sanzio alle  Scuderie del Quirinale, Roma.




SALA 1

Ricostruzione della tomba di Raffaello scolpita dallo scultore/amico Lorenzo Lotti detto il Lorenzetto (1490-1540), "Madonna col Bambino o Madonna del Sasso" da un modello antico, come da desiderio di Raffaello, Afrodite.



SALA 2, Lettera a Leone X con ritratti.


Doppio ritratto (1514-15), Parigi, Musée du Louvre.





   
                                           

SALA 3, Gli antichi


Antinoo


Testa di dace
SALA 4
Leone X, era figlio di Lorenzo di Piero de' Medici, detto Lorenzo il Magnifico, 1449-1492
San Giovannino,1518-1519 ca., Uffizi di Firenze.





                                       
               
"Estasi di santa Cecilia", (236 × 149 cm), Pinacoteca Nazionale di Bologna, 1514/17.


SALA 5, Arazzi





SALA 6,  Le donne e la bellezza.






collana (peccato l'ombra)




                                       
 Ritratto maschile 

SALA 7                                   
                      

SALA 8a

                      
               




                     Ritratti di Tommaso Inghirami detto Fedra, 1509, Palazzo Pitti Firenze.

SALA 8b, Giulio IIGiuliano della Rovere 1443 1513












SALA 9. Firenze (1504 ca)



Cristo benedicente, 1502, Brescia Pinacoteca Tosio Martinengo.
Madonna con il Bambino detta “del Granduca”, 1506, Galleria Palatina, Firenze.
SALA 10, Raffaello giovane.



Dama col liocorno,1505-1506  Galleria Borghese, Roma.


Raffaello giovane, 1506, Galleria degli Uffizi, Firenze 
Volutamente sono state scattate le foto alle cornici dei quadri. Quest'ultime, bellissime opere di artigianato, da valorizzare, che spesso sono omesse nelle foto che ci vengono proposte dai libri e dalle riviste.
CRITICHE. Le luci sono sbagliate suprattutto nelle opere: Santa Cecilia, sul dipinto di Giulio II, nella collana accanto alla Velata  (dove l'ombra del fruitore è sull'oggetto). La luce del faretto viene riflesso dal quadro creando fastidio all'occhio di chi lo guarda, inoltre altera i colori del dipinto.





Commenti

Post più popolari